Messaggi Popolari Sulla Salute

none - 2018

Quando dovresti stare a casa con il raffreddore?

Quando dovresti stare a casa con un raffreddore?

  • Recensione di Ed Zimney, MD

Scopri quali sintomi del raffreddore dovrebbero farti guadagnare una giornata di malattia e come sentirti meglio più velocemente.

Se hai mai preso un raffreddore da un collega, probabilmente hai desiderato un rilevatore di germi che avrebbe tenuto tutti quelli che sono malati dall'entrare sul posto di lavoro fino a quando non sono di nuovo sani. Ma quando i tavoli sono girati e tu sei quello con un brutto raffreddore, a volte è difficile prendere la decisione di rimanere a casa. Tuttavia, anche se hai pochi giorni di malattia pagati, se ce ne sono, è importante prendersi cura di te stesso, e a volte significa andare a letto a letto con una tazza di tè per qualche giorno. I tuoi colleghi ti ringrazieranno e ti sentirai meglio prima

I sintomi del raffreddore che dovrebbero tenerti a casa

Se sei diligente nel lavare le mani, andare a lavorare con lievi singhiozzi, starnuti o tosse non è sei rischioso per te o per i tuoi colleghi di lavoro. Ma dovresti stare a casa se:

  • Hai la febbre
  • Hai una brutta tosse (frequente, rumoroso, doloroso)
  • Stai assumendo farmaci che ti fanno sonnolento
  • Sei troppo stanco o dolorosi di funzionare sul posto di lavoro

Ovunque lavori e ciò che fai sono anche fattori, naturalmente. Se hai bisogno di essere vigile e fisicamente attivo per lavorare in sicurezza, rimani a casa se non stai completamente funzionando o stai assumendo farmaci per il raffreddore che potrebbero renderti sonnolento. Se lavori con neonati, anziani o chiunque abbia un sistema immunitario compromesso, proteggi la loro salute rimanendo a casa fino a quando i sintomi del raffreddore non sono scomparsi.

Come trattare un raffreddore

Per quanto semplice possa sembrare, il riposo è importante per la tua salute e uno dei modi più efficaci per superare il raffreddore. Conservare la tua energia dà al tuo corpo la possibilità di recuperare e stare a casa (a letto) significa che non sei esposto a ulteriori germi. Se puoi stare a casa dal lavoro o dalla scuola, concediti la possibilità di riposare e migliorare.

Bere molti liquidi è anche importante perché devi sostituire i liquidi che il tuo corpo sta perdendo attraverso le secrezioni nasali e il sudore (se hai un febbre). Si consiglia di bere acqua, brodo trasparente e tisane. Salta l'alcol e la caffeina, poiché accelerano la disidratazione. Anche l'uso di un umidificatore a nebbia fredda può aiutare.

La vitamina C e i composti di zinco da banco sono anche i comuni rimedi per il raffreddore, tuttavia la ricerca ha mostrato risultati contrastanti. Questi nutrienti possono aiutare a ridurre la gravità e la lunghezza dei sintomi - ma solo se presi preventivamente, prima di venire giù con il raffreddore.

Mentre non puoi curare il raffreddore o farlo andare via prima con i farmaci, puoi trattare i tuoi sintomi.

Per sintomi specifici, questi trattamenti possono fornire un certo sollievo:

  • Tosse: Tè con miele; dormire in una stanza con un umidificatore; destrometorfano; antistaminici
  • Mal di gola: Tè o acqua calda con miele; gargarismi con acqua salata
  • Dolori, febbre: Paracetamolo monouso o ibuprofene
  • Congestione nasale: gocce nasali saline; aria umidificata; zuppa di pollo; decongestionanti topici o orali (fino a 3 giorni); antistaminici in combinazione con decongestionanti

Se un raffreddore ti ha davvero ridotto, è durato 10 giorni o più, o è accompagnato da una febbre alta persistente, potrebbe essersi sviluppato in un'infezione secondaria batterica come la sinusite che richiede un trattamento antibiotico. In tal caso, potresti voler consultare un medico.

Ultimo aggiornamento: 17/01/2012

Pubblica Il Tuo Commento