Messaggi Popolari Sulla Salute

none - 2018

Grave intolleranza alle allergie

Grave allergia

Sulla base delle vostre risposte al quiz Allergy IQ, abbiamo chiesto a Miriam Anand, MD, allergologo praticante a Tempe, in Arizona, e diplomatico dell'American Board of Allergy and Immunology, di valutare alcuni fra i più comuni fraintendimenti su gravi allergie.

Grave intuizione allergica: trattamento anafilassi

Abbiamo scoperto che il 35% degli intervistati ritiene che l'anafilassi può essere interrotta con abbastanza antistaminici.

Dr. Risposta di Anand

I sintomi potenzialmente minacciosi che si manifestano durante una reazione anafilattica - come tosse, respiro sibilante, difficoltà respiratorie, orticaria e possibile arresto cardiaco - rispondono meglio e più rapidamente all'epinefrina. Pertanto, il trattamento di prima linea per l'anafilassi è l'adrenalina iniettata nella coscia o somministrata per via endovenosa, nei casi gravi in ​​cui è disponibile l'accesso IV.

Detto questo, altri farmaci possono essere usati in congiunzione con epinefrina , come antistaminici per aiutare a curare orticaria o prurito, o un inalatore per aiutare a trattare le difficoltà con la respirazione. Gli steroidi possono anche essere somministrati al momento della reazione e continuati per un massimo di 72 ore per prevenire le reazioni tardive.

Grave intolleranza alle allergie: portare i farmaci di emergenza

Quando viene chiesto se il loro bambino porta i farmaci di emergenza a scuola, 45 il percento degli intervistati ha risposto: No, i farmaci del loro bambino sono conservati nell'infermeria. È meglio per i bambini mantenere i loro farmaci d'emergenza con loro piuttosto che averli conservati nell'infermeria?

Dr. Risposta di Anand

Il trattamento di prima linea per l'anafilassi è l'adrenalina. È difficile prevedere se una particolare reazione ha il potenziale di essere in pericolo di vita. I sintomi di una reazione allergica grave includono shock, sibili gravi e gonfiore che possono ostruire le vie respiratorie. Le reazioni apparentemente miti possono progredire in reazioni più gravi molto rapidamente. L'epinefrina è l'unico farmaco che può trattare rapidamente sintomi così gravi e dovrebbe essere tenuto nelle immediate vicinanze di coloro che hanno gravi allergie. Altri farmaci da tenere a disposizione includono bloccanti H1 a breve durata d'azione, come la difenidramina e gli anti-H2, come la cimetidina.

Nel caso di un bambino con allergie che può portare ad anafilassi, l'epinefrina auto-iniettabile deve essere il bambino o con l'insegnante responsabile della supervisione del bambino (se consentito dalla legge statale). Insegnanti e altro personale scolastico dovrebbero avere familiarità con l'uso dell'autoiniettore. Sebbene non esista un'età specifica alla quale il bambino debba essere responsabilizzato per la somministrazione di adrenalina autoiniezione, può essere utile rivedere periodicamente le istruzioni dell'autoiniettore con il bambino. Se i farmaci di emergenza sono conservati solo nell'infermeria della scuola, potrebbe verificarsi un ritardo nella somministrazione e si è riscontrato che i ritardi nella somministrazione di adrenalina hanno causato fatali per anafilassi. Idealmente, quindi, i farmaci dovrebbero essere nelle immediate vicinanze di un bambino a rischio di una grave reazione allergica.

Grave allergia Insight: il tempismo di Anafilassi

Abbiamo scoperto che il 57% degli intervistati ha selezionato una risposta errata a questa domanda : In quale periodo di tempo una reazione allergica può svilupparsi in anafilassi?

Dr. La risposta di Anand

L'anafilassi è una grave reazione allergica che produce sintomi in due o più sistemi del corpo. Ciò significa che starnuti e orticaria, ad esempio, costituirebbero una reazione anafilattica. Tutti gli episodi di anafilassi dovrebbero essere presi sul serio perché la reazione può progredire rapidamente e ha il potenziale di essere in pericolo di vita. L'anafilassi si verifica spesso entro pochi minuti dall'esposizione a un allergene, ma può verificarsi fino a due ore dopo. Ci sono diverse variabili che determinano quanto velocemente una persona reagirà. Ad esempio, un allergene iniettato, come una puntura d'insetto, può causare sintomi più rapidi di un allergene ingerito, ma anche un allergene ingerito può causare una reazione grave immediata in una persona molto sensibile.

Circa il 20% delle persone che hanno un episodio anafilattico sperimentano anche una reazione tardiva o bifasica. Questo è caratterizzato da un ritorno dei sintomi in qualsiasi momento da 4 a 6 ore fino a 72 ore dopo la reazione iniziale.

Ultimo aggiornamento: 10/2/2014

Pubblica Il Tuo Commento