Messaggi Popolari Sulla Salute

none - 2018

La maggior parte dei medici non dice ai genitori I bambini sono sovrappeso

Rispettiamo la tua privacy.

MARTEDÌ, 6 dicembre 2011 (notizie HealthDay) - Meno di un quarto di I genitori americani con un bambino sovrappeso ricordano che un medico ha detto che questo era il caso, dice un nuovo studio.

"I genitori potrebbero essere più motivati ​​a seguire una sana alimentazione e consigli sulle attività se sapessero che i loro figli erano sovrappeso, ma pochissimi genitori di bambini sovrappeso dicono di averlo mai sentito dal loro medico ", ha detto l'autrice principale Eliana Perrin, professore associato presso la University of North Carolina della Chapel Hill School of Medicine e un pediatra dell'ospedale pediatrico della Carolina del Nord, in un comunicato stampa universitario.

"Come fornitori di servizi sanitari, il nostro compito è s creen per sovrappeso e obesità e comunica questi risultati di screening in modi sensibili, e chiaramente non stiamo facendo o non lo facciamo in un modo che le famiglie possono ascoltare o ricordare. Mentre abbiamo fatto meglio negli ultimi anni, chiaramente c'è ancora molto lavoro da fare ", ha aggiunto.

Perrin e colleghi hanno analizzato i dati del governo federale raccolti su circa 5.000 bambini in sovrappeso di età compresa tra 2 e 15 tra il 1999> e il 2008. In quel periodo , Il 22% dei genitori ha detto che un medico o altro operatore sanitario ha detto che il loro bambino era sovrappeso.

Questa percentuale è aumentata dal 19,4% nel 1999> al 23,4% nel 2004 e al 29,1% nel 2008.

Tra i genitori bambini obesi, solo il 58 per cento ha ricordato un medico dicendo loro che il loro bambino era obeso.

Lo studio è apparso online il 5 dicembre nella rivista Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine .

"Abbiamo bisogno di capire due cose: quanto la comunicazione dello stato di peso influenza i comportamenti dei genitori? E, se sentire che i loro figli sono in sovrappeso è un vero e proprio campanello d'allarme per cambiare stile di vita, come sappiamo da altri piccoli studi, dobbiamo capire dove questa comunicazione sta andando a rotoli, in modo da poter fare meglio in futuro ". Perrin ha detto. Aggiornato il: 12/6/2011

Pubblica Il Tuo Commento