Messaggi Popolari Sulla Salute

none - 2018

Melanoma di Life Beyond Stage IV: Britta's Story

Melanoma di stadio oltre la quarta fase: la storia di Britta

  • di Denise Mann
  • Recensione di Niya Jones, MD, MPH

Britta Beningfield è florida mentre termina una sperimentazione clinica per il melanoma in stadio IV. La sua abilità nel vedere il lato positivo di ogni situazione aiuta a farla curare.

Britta Beningfield di St. Petersburg, in Florida, ha lavorato all'uncinetto con tante sciarpe e afghani mentre veniva curata per il melanoma in stadio IV che probabilmente avrebbe aperto il suo negozio.

Le cuciture hanno occupato le sue mani e la sua testa durante alcuni dei momenti più difficili. Si mise all'uncinetto in macchina mentre andava all'ospedale per le cure, mentre lei si sedeva nella sala d'attesa prima di un appuntamento, e ogni volta che si sentiva giù. "Cerco di essere creativo invece di soffermarmi sulle parti difficili", afferma.

E ci sono state molte parti difficili. All'età di 44 anni, l'ex truccatore aveva rimosso una talpa dal braccio, che si rivelò essere il melanoma. Benché a Beningfield sia stato diagnosticato il melanoma, i test hanno dimostrato che il cancro della pelle non si era diffuso, e la speranza era che fosse libera e chiara per sempre.

Diversi anni dopo, nel 2012, Beningfield, che ora ha 51 anni, è stato diagnosticato IV melanoma. Il melanoma è curabile quando viene catturato nelle sue fasi iniziali, ma il melanoma in stadio IV è molto difficile perché il cancro si è diffuso, secondo l'American Cancer Society (ACS). Beningfield ha subito un intervento chirurgico per rimuovere il tumore, che si era diffuso allo stomaco, e ha subito la chemioterapia per uccidere qualsiasi cellula di melanoma nel resto del suo corpo.

Ci sono stati molti farmaci approvati per il trattamento del melanoma avanzato negli ultimi anni, con ancora di più in cantiere, i rapporti ACS. Beningfield è entrato in uno studio clinico per uno di questi farmaci presso il Moffitt Cancer Center di Tampa, in Florida. Il suo processo si conclude a novembre 2014.

'Ero l'unico a cui pensavo di sopravvivere'

A detta di tutti, Beningfield è fiorente. "I chirurghi non pensavano che avrei potuto farlo all'inizio", dice. "Ero l'unico a pensare che sarei sopravvissuto."

Il suo amore per l'arte e l'artigianato la aiutò a sentirsi meglio mentalmente ed emotivamente durante il corso del suo stadio IV diagnosi e trattamento del melanoma "All'inizio avevo un'energia così bassa che tutto quello che potevo fare era guardare le repliche di" I Love Lucy ", ma con l'aumentare della mia energia ho iniziato a suonare l'armonica e quilling", dice. coinvolge la spirale e la formazione di carte. "Il quilling è fantastico, non occupa il mio pensiero, ma posso farlo e vederlo crescere", dice. "Non concentrarti su ciò che non puoi fare - invece trovare qualcosa che puoi fare e farlo bene. "

Insieme alla creazione, Beningfield attribuisce la sua pratica del Buddismo di Nichiren per mantenersi focalizzata e positiva durante la sua malattia." Una delle cose più importanti che insegna il Buddismo è essere felici, " lei dice. "L'idea è che abbiamo un controllo limitato sulle cose cattive nella vita, ma possiamo controllare come reagiamo ad esso."

Non è stato sempre facile vedere il lato positivo quando stava affrontando gli effetti collaterali di trattamento del melanoma, compresa la caduta dei capelli. "Direi, 'sono un disastro adesso, ma rispetto alla scorsa settimana, sono molto meglio, e rispetto a quando ero sdraiato nel letto nel dolore senza idea cosa fosse sbagliato con me, in realtà sto recuperando ", dice Beningfield.

Questo non vuol dire che a volte non si sia arrabbiata e arrabbiata. "Cantare è una delle cose che faccio quando la mia testa sta per esplodere", dice. "Ho intenzione di schiarirmi la testa e capire cosa posso fare per migliorare le cose."

Rimanere forti con il trattamento

L'atteggiamento di Beningfield probabilmente l'ha aiutata a perseverare, dice Jeffrey S. Weber, MD, PhD, direttore del centro di eccellenza per la ricerca sul melanoma di Donald A. Adam e membro anziano del Moffitt Cancer Center. "Le persone che sono tenaci e tolleranti sono quelle che fare meglio ", dice.

Un importante sistema di supporto è anche importante, afferma il dott. Weber. Beningfield è stata fortunata ad avere suo fratello e sua cognata, così come il suo fidanzato al suo fianco. "È importante arruolare l'aiuto di qualcun altro per essere un avvocato", dice.

Oggi il sopravvissuto al melanoma e il suo fidanzato si sono trasferiti in una nuova casa, e Beningfield è entusiasta di iniziare a piantare colture autunnali nel giardino. "Sono felice, e ho un 'sempre felice e contento' ogni giorno", dice. "È ora. Il futuro si prenderà cura di sé. "

Ultimo aggiornamento: 14/10/2014

Pubblica Il Tuo Commento